Zenital

Associazione Italiana
sistemi di illuminazione e ventilazione naturali,
sistemi per il controllo di fumo e calore.

Perché

I sistemi di illuminazione zenitale sono realizzati per mezzo di cupole e/o lucernari continui installati su aperture predisposte sul tetto degli edifici.


La  loro funzione principale è di dare luce naturale all'interno dei locali.
E' inoltre possibile, se equipaggiati con opportuni dispositivi di apertura, realizzare la ventilazione naturale degli edifici.


La loro efficienza dipende dalla loro forma, da una corretta installazione e dalla qualità dei materiali impiegati.
Luce naturale e ventilazione degli edifici sono richiesti dai regolamenti edilizi.


I dispositivi di illuminazione zenitale devono inoltre rispondere alle nuove regole per il risparmio energetico.


Come

Il corretto dimensionamento dei sistemi di illuminazione zenitale viene eseguito rispettando i rapporti fra superficie calpestabile e superficie illuminante, indicata nei regolamenti edilizi, per garantire il Fattore Medio di Luce Diurna FLDM richiesto.


Oltre a garantire la ventilazione minima igienica richiesta dai regolamenti, la ventilazione naturale serve per smaltire l'eccesso di calore e/o di inquinamento che si sviluppa all'interno di un edificio per l'apporto di calore proveniente dall'esterno e per l'attività svolta.


Il dimensionamento si basa su principi di fisica che sfruttano le differenze di densità esistenti fra esterno e interno derivanti dalle differenze di temperatura.


I sistemi di illuminazione zenitale vengono scelti per resistere alle sollecitazioni climatiche esterne quali vento, neve, grandine e invecchiamento.

Norme

UNI 10890: 2000

Elementi complementari di copertura - Cupole e lucernari continui di materiale plastico - Determinazione della resistenza alla grandine e limiti di accettazione

UNI EN 1873: 2006

Accessori prefabbricati per coperture - Cupole monolitiche di materiale plastico - Specifica di prodotto e metodi di prova

Il progetto di norma prEN 14963-2007 è diventato norma, deve quindi essere sostituito dal seguente:

UNI EN 14963:2007

Coperture - Lucernari continui di materiale plastico con o senza basamenti - Classificazione, requisiti e metodi di prova


Le norme UNI 7074 sono state ritirate e sostituite dalle seguenti:

UNI EN ISO 7823-1:2005

Materie plastiche. Lastre di polimetacrilato. Tipi, dimensioni e caratteristiche - Parte 1: Lastre colate.


UNI EN ISO 7823-2:2004

Materie plastiche. Lastre di polimetilmetacrilato. Tipi, dimensioni e caratteristiche - Parte 2:  Lastre estruse - calandrate.

Prodotti

I sistemi di illuminazione zenitale devono garantire le prestazioni dichiarate quali trasmissione luminosa, isolamento termico ed acustico, tenuta all'acqua, resistenza agli urti e resistenza alle sollecitazioni derivanti dagli agenti atmosferici esterni.

 

Questi prodotti sono oggetto, ai sensi della Direttiva Prodotti da costruzione 89/106/CEE, di norme europee armonizzate già emesse o in fase di pubblicazione o approvazione, per cui sono o saranno a breve soggetti alla marcatura CE obbligatoria.

 

Fino all'entrata in vigore dell'obbligo della marcatura CE, l'azione volontaria garantisce comunque le prestazioni, in quanto le prove di tipo vengono da parte terza (organismo notificato).

 

Per le cupole la marcatura volontaria è possibile dal 01/10/2006 e sarà obbligatoria dal 01/10/2009.

Controllo e manutenzione

Contenuti da definire

Illuminazione e ventilazione naturale